Crea sito

5 Città dove festeggiare Capodanno 2018

Eccoci, inizia il countdown per il fine anno. Come facciamo a saperlo? Perché amici e colleghi iniziano a chiedere “cosa fai a Capodanno?”.

C’è chi preferisce trascorrere le feste in famiglia, chi ama le tradizionali giocate a carte con parenti e amici; c’è persino chi il Capodanno proprio non lo sopporta e chi invece lo attende per un anno intero, per scatenarsi e gettarsi alle spalle l’anno vecchio e dare il benvenuto a quello nuovo.

Ma dove andare? Quali sono le tradizioni più curiose, i festeggiamenti più memorabili in occasione dell’ultimo dell’anno? In questa guida vi presentiamo i 5 posti dove festeggiare Capodanno 2018.

Marsiglia, Francia

marsiglia

marsiglia

“Chi è pulito il primo dell’anno è pulito tutto l’anno” quindi perché non iniziare il 2018 ben ben profumati nella città dal sapone più famoso del mondo, Marsiglia?

Okay, sono altre le ragioni per cui andare in questa città. Ad esempio, tira fuori l’inner hipster che è in te e vai a Le Panier, un tempo malfamato quartiere sopra il porto, ora regno di atelier, design hotel, bar e ristoranti hip.

Il posto ideale per regalarti un nuovo beanie da sfoggiare la sera di Capodanno, insieme alle bretelle e al risvoltino. D’altronde se i festeggiamenti in pompa magna lungo il porto dovessero sporcarlo, puoi sempre lavarlo con il famoso sapone.

Braga, Portogallo

braga

braga

Vuoi dirmi che non hai mai sentito parlare di Braga, una delle città più antiche del Portogallo ma decisamente la più vivace del paese? Sei ancora in tempo a rimediare! Neanche a dirlo, merito di tutta questa vivacità notturna è l’università della città: lì intorno puoi trovare bar, caffè, centri culturali molto hip dove fare un po’ di tutto.

Assicurati di avere abbastanza tempo per visitare il bellissimo centro storico, ma poi lasciati trascinare dalla musica e dai festeggiamenti di San Silvestro.

Per cena, inizia con il frigideiras, una specie di tortina salata, specialità locale e finisci brindando al 2018 con l’imperdibile vinho verde: perché oltre al Porto c’è di più.

Riga, Lettonia

riga

riga

Fan dell’Art Nouveau preparate stivali, cappello e guanti e saltate sul primo volo per Riga! Per iniziare l’anno circondati da 800 edifici in questo stile, costruiti da Michail Ėjzenštejn, papà di quel Sergej, che ha diretto la Corazzata Potëmkin, non c’è niente di meglio che la capitale della Lettonia: sono talmente unici che l’UNESCO li considera tra i più belli d’Europa.

Ma l’arte non sarà l’unica cosa che ti farà alzare la testa: la Lettonia è anche la patria delle stangone. Per ammirare entrambi alla luce dei fuochi d’artificio, il 31 notte dirigiti verso lo 11 Novembra Krastmala, dove potrai seguire concerti, performance e l’immancabile spettacolo pirotecnico lungo le rive della Daugava.

Lipsia, Germania

lipsia germania

lipsia germania

Secondo il New York Times il place to be della Germania dell’Est è Hypezig, ovvero Leipzig, ovvero Lipsia. Se ti stai già disperando perché ti sei perso questa chicca, sappi che puoi tranquillamente raggiungere la città più hip della Germania comodamente in treno da Berlino, basta circa un’ora e un quarto.

Una volta qui, potrai finalmente dimenticare il cotechino e goderti il tanto agognato cenone a base di vegan cürrywurst e kebab di tofu (le specialità locali). Se sei amante del techno, tieni d’occhio il programma del leggendario club Distillery, che ti farà chiudere l’anno in bellezza.

Altrimenti, fai una tappa al bar frequentato da Goethe e poi dirigiti verso Augustusplatz, una delle piazze più grandi d’Europa, dove troverai tanti fellow pronti a far esplodere qualche botto con te.

Salonicco, Grecia

salonicco grecia

salonicco grecia

La Grecia d’inverno? Sì, la Grecia d’inverno. Non parliamo del cibo, ma hai anche solo una vaga idea di quanto siano party animal i Greci?

A Capodanno non deludono le aspettative e c’è un posto dove tutto questo è addirittura amplificato: Salonicco. Piena di studenti dediti alle feste, la seconda città della Grecia è un posto che non puoi proprio perderti (oltretutto la puoi raggiungere con un volo low cost!), sia per la sua esuberante vita notturna, sia perché, insomma, è pur sempre la cara, vecchia Tessalonica e ha giusto qualche gioiellino antico da mostrare.

Dopo un paio di bicchierini di ouzo, non dirai addio soltanto al 2017, ma anche alle tue inibizioni: scommetto finirai a ballare il sirtaki come neanche Zorba il Greco.

Ecco i nostri suggerimenti per un Capodanno diverso dal solito, ma super cool!