Crea sito

Cosa fare, vedere e mangiare a Copenaghen

Cosa fare vedere e mangiare a Copenaghen in 1, 2, 3 giorni o nel weekend!

La capitale danese, Copenaghen, è un museo a cielo aperto, fremente di vita, al passo con i tempi e con le ultime tendenze nel campo della moda, dell’architettura e del design. Copenaghen vi stupirà, per le sorprese che vi prospetta e per le contraddizioni insite nella città stessa.

Convivono infatti contemporaneamente e armoniosamente innovazione e tradizione, design moderno e palazzi antichi, atmosfere tranquille e serate mondane, il tutto nella stessa metropoli!

Resterete stupiti dalla cura e dal rispetto che i danesi hanno per la loro città (per esempio l’acqua del porto di Copenaghen è talmente pulita che potreste anche farvi lì il bagno). Copenaghen, che significa appunto Porto dei Mercanti, è nata come villaggio dei pescatori a partire dall’era dei Vichinghi. Da allora è diventato un centro per il commercio sempre più importante.

Passeggiando per le antiche strade di Copenaghen scoprirete una città meravigliosa, dagli edifici storici, ai suoi musei e gallerie d’arte, dagli splendidi giardini di Tivoli alla residenza monarchica più antica del mondo.
Oggi Copenaghen è una delle città più costose al mondo, ma non vi spaventate, merita assolutamente una visita che vi lascerà a bocca aperta dalla sua bellezza!

Cosa vedere a Copenaghen

Di seguito alcune meraviglie che è necessario vedere se vi recate in vacanza a Copenaghen per 1, 2, 3 giorni o per il weekend.

La Sirenetta di Copenaghen

La Sirenetta di Copenaghen, una scultura di bronzo alta 1, 25 sta lì, adagiata su uno scoglio, situata all’ingresso del porto della città. Appare piuttosto annoiata, con la faccia rivolta verso il mare, come ad esprimere profonda nostalgia verso la sua casa naturale, nonostante le numerose visite di turisti che la osservano tutti i giorni.

È la protagonista del racconto dell’autore danese Hans Christian Andersen, La Sirenetta appunto, scritta nel 1837. Nel 1909, Carl Jacobsen (figlio del mecenate e proprietario della birra Carlsberg), profondamente affascinato dalla storia d’amore rappresentata da un adattamento della fiaba come balletto, commissionò allo scultore Eriksen una statua della sirenetta per abbellire il porto della città.

La statua, plasmata usando come modello sua moglie Eline, fu posizionata sulla sua roccia nel 1913.

Palazzo Reale di Amalienborg a Copenaghen

Il Palazzo Reale Amalienborg è, dal 1794, la residenza ufficiale dei reali danesi ed è un castello reale a tutti gli effetti. Non ha torri e guglie, ma è costituito da 4 palazzi in stile rococò che racchiudono una piazza ottagonale al cui centro troviamo il monumento equestre del re Federico V.

A Palazzo Reale è famoso il balcone dal quale la famiglia reale si affaccia per salutare la gente in strada.
Anche se il castello è la residenza reale, è visitabile solo in alcune delle sontuose ed eleganti camere reali che il re e la regina non usano quotidianamente.

Parco Tivoli a Copenaghen

Nei Giardini di Tivoli c’è il più antico parco di divertimenti del mondo, dove storia e tradizione si intrecciano costantemente.

Inaugurato nel 1843, il parco di Tivoli è un importante oasi verde, con vasti boschi e popolata da animali selvatici nella città, per famiglie con bambini, uomini d’affari in pausa pranzo, giovani che prendono parte ai concerti e anziani che passeggiano.

Il parco divertimenti è perfettamente integrato nel giardino e rispetta l’ecosistema del parco stesso.

Quando sarete nei Giardini di Tivoli, nel pieno centro di Copenaghen, in estate, potrete vedere i fuochi d’artificio, sentire il profumo dei fiori e ascoltare le note della musica rock.
Invece potrete divertirvi se salite sulle montagne russe Deamon o se fate un giro rilassante sulle piccole imbarcazioni.

Il Castello di Kronborg a Copenaghen

Il meraviglioso Castello di Kronborg a Elsinore, a 10 minuti di treno da Copenaghen, è uno dei castelli rinascimentali più importanti del Nord Europa ed è Patrimonio dell’Unesco dal 2000.

Sorto su una lingua di terra che raggiunge solo 4 km di larghezza, è conosciuto per l’ambientazione dell’Amleto di Shakespeare. Infatti ogni anno in estate vi si svolge nel cortile interno un festival shakespeariano.

Questo castello ogni anno è visitato da circa 200.000 persone, tra danesi e turisti provenienti da ogni parte del mondo.

Il castello fu costruito nel 1420 dal re danese per controllare il passaggio delle navi nello stretto. Nel 1580 re Federico II commissionò, insieme ad altri 113 re danesi, la manifattura di ben 40 arazzi che attualmente sono esposti e visitabili in una delle sale del castello.

È consigliato visitarlo anche con i bambini che non si annoieranno perché il tour è pensato anche per loro, grazie all’opuscolo fatto su misura per loro, ricco di puzzle e quiz sul castello.

Da vedere assolutamente sono la bella e la sontuosa sala da ballo e i sotterranei dove si trova la statua dell’eroe nazionale Holger Danske: la leggenda dice che la figura di pietra dell’eroe, che dorme ancora qui, avvolto nella sua lunga barba, si sveglierà solo quando la Danimarca sarà in grave pericolo, per salvare la nazione.

Museo Nazionale di Copenaghen

Il Museo Nazionale di Copenaghen è un centro di conservazione dedicato alla storia della civiltà danese messa a confronto con altre civiltà, dove troverete una vivace rappresentazione degli avvenimenti storici basata su giochi di luce e suoni, all’interno del palazzo costruito originariamente come residenza del re Federico V.
Il viaggio nel tempo parte dalla preistoria, passa attraverso i secoli medievali ed arriva fino alle opere dell’arte contemporanea.

VI troverete davanti il corpo imbalsamato della giovane Egtved e ascolterete i discorsi dello scrittore e critico danese Georg Brandes.

Il Museo Nazionale è dedicato principalmente alla storia della Danimarca, ma capita di trovare mostre temporanee sulla storia di luoghi esotici come della Groenlandia e dell’America Latina. Potrete visitarlo con calma, oppure potrete usufruire di una veloce guida fai da te che vi offrirà una panoramica sugli oggetti più significativi del museo in una sola ora.

La Torre Circolare di Copenaghen

La Torre Circolare di Copenaghen, o Round Tower, è il più antico osservatorio funzionante in Europa. Utilizzato per guardare e studiare le stelle sin dal 1642.

Fu costruita da Cristiano IV in un momento in cui la Danimarca era famosa per le scoperte astronomiche dell’astronomo Tycho Brahe.

Anche dopo la morte dello studioso, la torre continuò con il suo principale scopo di ricerca, fino ad arrivare ad oggi, che è ancora molto frequentata da astrofili, oltre che da numerosi turisti curiosi.
Ovviamente dalla torre si gode anche di una magnifica vista della parte vecchia di Copenaghen e ne vale assolutamente la pena! L’osservatorio pubblico così come lo vedete ora è stato costruito nel 1929 e da qui è possibile vedere i movimenti dei corpi celesti attraverso il telescopio.

Cosa comprare a Copenaghen

Stroget è la principale via pedonale di Copenaghen, ricca di bei negozi di design internazionale.

Ma gli acquisti migliori, più ricercati ed esclusivi li farete senza dubbio passeggiando per i vicoli e i vicoletti della città. Infatti è proprio nelle strade laterali che le boutique più particolari ed originali vi proporranno per esempio vestiti unici nel loro genere.

A Copenaghen ci sono grandi magazzini, negozi di design e di arredamento, mercati delle pulci e negozietti di souvenir, posti in ogni angolo della città. Passeggiate un po’ per i quartieri danesi come Osterbro, Vesterbro e Norrebro e scoprirete negozietti giusti per voi.

Uscire la sera a Copenaghen

Copenaghen è una città piena di vita. Provate i caffè e bar tradizionali o quelli trendy, situati in caratteristiche cantine e in pittoreschi edifici storici, per bere cocktail, mangiare le tipiche polpettine danesi e i gustosi sandwich.

Molti locali il fine settimana si trasformano in club animati da dj. Vesterbo è il quartiere di Copenaghen più creativo ed artistico, con molte discoteche. Solitamente la gente preferisce uscire in serata per mangiare e bere qualcosa, quindi discoteche e club di Copenaghen non restano aperti dopo la mezzanotte.

Cosa mangiare a Copenaghen

La cucina danese è molto varia, troviamo piatti con renna marinata o aragoste appena pescate, con il rosso e caldo curry thailandese o con le tradizionali frikadeller, squisite polpettine di carne danese, dal sushi agli hot dog. Copenaghen non vi deluderà neanche dal punto di vista del cibo!

Troverete tutte le varie tipologie di ristoranti o locande, mondane, eleganti, ultra moderni o più tradizionali e familiari, in cui assaggiare la cucina danese, che mescola perfettamente sapori antichi, lontani ma anche innovativi.

La cucina danese ha subito forti contaminazioni dalla cucina francese, ma non rinuncia ai sapori tipicamente nordici. Da questo mix viene fuori una cucina ricca e gustosa che si farà amare dal vostro palato.

Sicuramente dovrete lasciarvi affascinare anche dalla birra Carlsberg nella sua città di nascita, considerata una delle migliori birre al mondo.

La città vanta ben 18 stelle Michelin distribuite in 15 ristoranti, tra i quali il ristorante Noma che è considerato il migliore ristorante al mondo.

Dove dormire a Copenaghen

Copenaghen è una città molto costosa, ma visto che possiede una quantità enormi di alberghi, appartamenti, ostelli e campeggi, da una a cinque stelle, non sarà difficile trovare comunque qualche struttura ricettiva adeguata alle vostre esigenze e alle vostre tasche.

Le tipologie di sistemazioni a Copenaghen variano dal magazzino del Settecento totalmente messo a nuovo ad alberghi di ultima generazione progettati da importanti architetti danesi, oppure potrete trovare atmosfere più tranquille, in campagna per esempio in deliziosi alberghetti o in caratteristici hotel a conduzione familiare.

I danesi si contraddistinguono per la loro ospitalità e accoglienza.
Quindi vi manca solo scegliere dove dormire e partire alla scoperta di questa meravigliosa città!